Duplicità dell’iperbole significa anche doppiezza?

L’iperbole ha un duplice significato: da un lato tale parola connota una figura retorica, dall’altro una geometrica. Cominciamo ad analizzare la seconda: l’iperbole è un luogo geometrico, cioè l’insieme di tutti i punti del piano o dello spazio che godono di una medesima proprietà. La differenza tra due punti detti fuochi (F1 – F2) è costante. Abbiamo semplificato la concentrata definizione geometrica sorvolando sulle deduzioni successive…

Senz’altro, l’iperbole come figura retorica non ha il “dono” della doppiezza e non può essere considerata un buon esempio di consolidata ipocrisia come l’eufemismo: l’iperbolico “non hai un briciolo di cervello” è un’espressione diretta, inequivocabile ed anche offensiva che non rivela la stessa cinica raffinatezza dell’espressione “passare a miglior vita”. Chiediamoci onestamente quale vita ci possa mai essere più bella di questa che stiamo conducendo sulla terra….

Precedente Antipatica metonimia Successivo Bologna sta ad Oxford come Padova sta a Cambridge.