Specchio, specchio delle mie brame….

Vi chiederete senz’altro perchè citiamo la fiaba di “Biancaneve ed i sette nani” che i fratelli Grimm vollero lasciare scritta, insieme a molte altre, dopo aver raccolto la tradizione orale che le aveva diffuse in Germania. Semplicemente, valutiamo insieme che impressioni suscitò in Quasimodo questa suppellettile in apparenza prettamente femminile. Dedichiamo la lettura di questa poesia alla primavera appena sbocciata. … Continua a leggere